Translate

sabato 23 marzo 2013

L'espressino: un caffè a regola d'arte


STORIA DEL CAFFE’ - La filiera produttiva del caffè è una lunga storia. Inizia con il seme dal quale si ottiene la piccola pianta del caffè che dopo qualche anno comincia a fruttificare. Una materia prima che viene da lontano trasformata in un gusto che viaggia per tutto il mondo.
Eppure, pochi conoscono l’origine del caffè, la sua antichità, il suo significato sociale. Basti pensare che, accanto a citazioni di Omero, ci sono leggende popolari che descrivono ignari consumatori di bacche rossastre rinvigoriti e sollevati. Probabilmente il nome arabo deriva da Kaffa, una regione dell’Etiopia dove cresce una varietà spontanea di Coffea.
Le piante di caffè vengono coltivate nella fascia compresa tra il 25° parallelo di latitudine Nord e il 25° di latitudine Sud, in terre che per temperatura, insolazione e natura del suolo sono ideali alla loro crescita.
Dai frutti prima verdi e poi maturi come ciliege rosse, si estrae il caffè verde che viene poi essiccato al sole. Delle circa 60 specie di piante di caffè esistenti, solo 25 sono le più commerciali per i frutti, ma di queste solo le prime 4 hanno un posto di rilievo nel commercio dei chicchi di caffè: la Coffea Liberica e la Coffea Excelsa e le più diffuse e importanti Coffea Arabica e Coffea Robusta. Pur appartenendo alla stessa famiglia botanica, le due specie hanno proprietà differenti che definiscono sapori completamente diversi tra di loro.
La varietà Arabica è qualitativamente migliore e rappresenta quasi il 70% della produzione mondiale. I grani sono piccoli e di forma allungata, hanno un intenso profumo aromatico. Il loro colore caratteristico è il verde rame. Le piante di Arabica prosperano in terreni dotati di minerali, specie quelli di origine vulcanica, situati oltre i 600 metri di altezza. Il clima ideale deve aggirarsi intorno alla temperatura media di 20°C dove i chicchi maturano lentamente sviluppando quelli che, con la tostatura, diverranno sapori dolci e soavi.
Somigliante alla Coffea Arabica, la varietà Robusta presenta rami che si incurvano a forma di ombrello, verso terra. Durante l’anno la fioritura si ripete tre volte. I suoi grani tondeggianti sono più piccoli e irregolari, di colore verde giallo, sono più carichi di caffeina rispetto alla specie precedente e, una volta torrefatti, danno origine ad un sapore caratterizzato da una spiccata amarezza. Esistono due sistemi di lavorazione del caffè crudo: secco e lavato. Nel caffè lavorato a secco, detto caffè naturale, le bacche appena raccolte vengono direttamente messe ad essiccare al sole.
Il caffè lavato viene invece prima privato della polpa attraverso il lavaggio in apposite vasche di fermentazione e poi messo ad essiccare al sole avvolto dal solo pergamino, l’ultima pellicola prima del chicco.
 
 

Il caffè fa parte della vita degli italiani e per gustarne uno davvero eccezionale ANDATE ALL’ ESPRESSINO: un grazioso bar nel centro di Cernobbio dove  l'attenzione per il cliente inizia nella scelta dei prodotti da servire e far degustare - rigorosamente freschi - da colture biologiche e di altissima qualità.

L'immancabile ESPRESSO in tutte le sue varianti ed inoltre, cioccolata artigianale, cappuccino, the bio, brioches artigianali , paste frolle e torte al taglio assolutamente deliziose, succhi di frutta bio, spremute e centrifughe di frutta fresca, yogurt bio, marmellate bio, marmellate senza glutine, cioccolato, miele e tanto altro ancora…

...in ogni tazzina che viene servita all’ESPRESSINO  trovi qualità e cortesia,  una piacevole  pausa nei momenti di stress dai ritmi frenetici della vita moderna.

all’ESPRESSINO scoprirai il gusto di assaporare prodotti freschi e biologici - con particolare attenzione agli amici con problemi di intolleranze alimentari. Il locale è piccole ma assolutamente accogliente e chic. La gentilezza del personale è un’altra prerogativa del locale.

 

ESPRESSINO

P.za Partigiani, 1
22012 Cernobbio (CO)
Tel. 031-512891

 

http://www.lespressino.it/

 

venerdì 22 marzo 2013

"L’ombra della luce" Progetto espositivo in Villa Bernasconi a cura dell’Accademia Galli per la XXI Giornata di Primavera del FAI


"L’ombra della luce" Progetto espositivo in Villa Bernasconi a cura dell’Accademia Galli per la XXI Giornata di Primavera del FAI 
Il 24 Marzo 2013, nell’ambito della XXI giornata di Primavera del FAI, l’Accademia Aldo Galli presenta nella prestigiosa Villa Bernasconi a Cernobbio una mostra che fonde scultura, installazioni di visual art, e restauro, il cui fil rouge è rappresentato dal titolo: “L’ombra della luce”. Eventi proposti: Sculpture’s Room: su supporti bianchi che rappresentano la luce, le opere stesse creano ombra giocando con pieno e vuoto. Sculture degli studenti del corso di Arti Visive coordinati dal Prof. Attilio Tono. Space Visual & Sound: in un ambiente oscurato, tocchi di luce disorientano l’osservatore, facendolo entrare nel mondo surreale. Installazioni di Giovanni Pusterla e Alessio Bonifacio coordinati dal Prof. Silvio Curti Restauro lab: verrà data la possibilità ai visitatori di poter sfogliare tesi di ex studenti su beni restaurati dall’accademia, accompagnate da tavelle eseguite con tecniche antiche, il restauro è ciò che sta in ombra rispetto all’opera d’arte, ma è solo grazie ad esso che l’opera può ritrovare il suo splendore e può essere nuovamente fruita. A cura di Alessandra Sacchetto.La mostra sarà aperta dalle 11.00 alle 18.00 e giovedì 28 rimarrà aperta fino alle 23.00 con aperitivo!!! In esposizione dal 24 Marzo al 1 Aprile 2013
 

martedì 19 marzo 2013

XXI GIORNATA DI PRIMAVERA FAI: DOMENICA 24 MARZO 2013. LA CITTA' DI CERNOBBIO ACCOGLIE LA PRIMAVERA...


PRIMAVERA A CERNOBBIO
Domenica 24 marzo 2013: La città di Cernobbio accoglie la Primavera

 
COMUNICAZIONE IMPORTANTE: A CAUSA DELLE CONDIZIONI METEO SFAVOREVOLI GLI EVENTI DELLA FESTA DI PRIMAVERA SONO CANCELLATI. i NEGOZI E LE VELLE FAI SARANNO COMUNQUE APERTI


La città di Cernobbio si veste “a Primavera”. In occasione della XXI giornata di Primavera del FAI, il 23 e 24 marzo 2013, Cernobbio si prepara ad accogliere turisti e curiosi con eventi e performance.
Domenica 24 marzo, la Primavera arriva a Cernobbio!



La città di Cernobbio parteciperà alla XXI Giornata di Primavera del FAI. Sarà un’occasione unica per visitare importanti ville e location del Lago di Como, rinomate in tutto il mondo per bellezza e fascino.

Villa Bernasconi, Villa Erba, il Giardino della Valle, i Giardini di Villa Pizzo e la facciata della Casa Cattaneo saranno aperte al pubblico (dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00) ed ospiteranno manifestazioni di elevato interesse culturale ed artistico.
Apprendisti Ciceroni e guide turistiche porteranno il pubblico alla scoperta delle Ville di Cernobbio.

 
 
 

 


FAI…il percorso e scopri le Ville di Cernobbio!
Villa Bernasconi ospiterà una serie di mostre:
- Mostra di merletti a cura dell’Ass. Merletti d’Arte di Cantù
- Mostra di acquarelli della pittrice Giulian Valli
- Mostra del pittore comasco Adriano Caversazio
- Esposizione di opere degli studenti dell’accademia di Belle Arti “Aldo Galli” di Comomostre .
Le mostre resteranno aperte tutta la settimana successiva, comprese le feste pasquali.
Presso Casa Cattaneo, Villa Pizzo e Villa Erba si svolgeranno visite guidate. In caso di bel tempo si svolgerà anche una mostra fotografica a cura del Foto Cine Club Cernobbio sotto i portici dell'hotel Regina Olga.


Nella sede dell’Ass. Il Sorriso, in Via Plinio , sarà possibile visitare, dalle 10.00 alle 18.00, una mostra d’arte.

In occasione di quest’importante evento primaverile, la città di Cernobbio chiuderà, dalle 9.30 alle 20.00, un tratto della strettoia di Via Regina che ospiterà un allegro mercatino organizzato dell’associazione Ascot. Tutti i negozi, bar e ristoranti  saranno aperti per accogliere il pubblico dalla colazione fino all’aperitivo…
FAI…una colazione! FAI…un brunch! FAI…un aperitivo!
Vivi Cernobbio e FAI…un dono!
Facendo shopping nei negozi di Cernobbio, si donerà 1 euro al FAI. Per ogni articolo acquistato, 1 euro donato! Un piccolo ma significativo gesto per sostenere il Fondo Ambiente Italiano!

La manifestazione PRIMAVERA A CERNOBBIO è un’occasione unica e piacevole per trascorrere un’intera giornata a Cernobbio e conoscere da vicino questo splendido gioiello del Lago di Como!
Vuoi girare Cernobbio a bordo di un trenino?
FAI…un giro sul trenino!
A disposizione un servizio transfer con trenino da e per Villa Pizzi.  Un modo curioso ed originale per far divertire i più piccoli insieme a mamma e papà.

FAI…intrattenimento! In occasione della chiusura della strettoia, performance ed eventi di intrattenimento:

14.30 - 18.00 in piazza Bellinzaghi
Degustazione di cioccolato con frutta e marshmallow. I Maestri cioccolatai della Pasticceria Mignon di Lurate Caccivio si esibiranno nella realizzazione una CHOCOLATE CAKE di tre piani. Sarà coinvolto il pubblico nella costruzione di una torta tutta al cioccolato.

 

14.30 - 18.00 strettoia di Via Regina
Dj e Speaker di Ciao Como Radio per un pomeriggio all’insegna del divertimento. Una postazione radio nel cuore di Cernobbio.

15.00 - 15.45 strettoia di Via Regina
Anteprima a Cernobbio dello Swing Crash Festival che si terrà a giugno 2013 in Piazza Cavour a Como.
Ballerini professionisti e non si esibiranno in performance di Lindy Hop e Charleston coinvolgendo il pubblico.

16.30 - 17.00 strettoia di Via Regina
Tribal dance e percussioni live con Semarah Dance.
Una performance ricca ed intensa…lungo la Via Regina a suon di percussioni.


Shopping, performance e anche gastronomia!
In scena sfiziosità…

FAI…l’assaggio! Un iter di degustazione con possibilità di comprare prodotti di qualità.
Prelibatezze con:
- LA SCALETTA e il salame di Varzi. Un prodotto di genuina qualità prodotto a Virzì, piccolo paese, immerso nella Valle Stàffora.
-CONSORZIO PRODUTTORI AGRICOLI  PARCO TICINO. E’ una realtà di aziende consorziate e selezionate a conduzione familiare nelle quali producono prodotti di qualità nel rispetto per l’ambiente e la biodiversità
- LA SARTORIA DEL GUSTO. In scena prodotti eccellenti: vino, birra, salumi, spezie e altro ancora.
- LA CANTIN SORSASSO. Dalle uve coltivate sulle colline di Domaso Alto Lago di Como, vini dagli intensi profumi.


PRIMAVERA A CERNOBBIO, una ricca ed intensa domenica da trascorrere a Cernobbio tra arte e storia, ville e giardini, performance e gusto…
Un percorso emozionale alla scoperta delle bellezze di questa cittadina rinomata in tutto il mondo!
Una domenica sul Lago di Como…ad accogliere la Primavera con il sorriso!
Domenica 24 marzo 2013: FAI…un salto a Cernobbio!
 
 
 
 

UFFICIO STAMPA

 


Dott.ssa Sara Biondi _ News-Eventicomo Relazioni Pubbliche
Ascot Cernobbio
Manifestazione PRIMAVERA A CERNOBBIO

Mobile: +39 339.8582462
Email: biondi.communication.manager@gmail.com
http://www.news-eventicomo.it/
http://www.news-eventicomo.it/2013/03/arte-e-cultura/primavera-a-cernobbio/


mercoledì 13 marzo 2013

Pellegrino Tibaldi: grande pittore ed architetto


Pellegrino Tibaldi, pittore e architetto nasce a Puria di Valsolda nel 1527 . Figlio di Tebaldo e fratello di Domenico, fu attivo in diverse città italiane e in Spagna.  Pellegrino Tibaldi Iniziò la sua carriera artistica dipingendo opere in cui risaltavano i suoi studi  alla scuola del Bagnocavallo al quale aggiunse molti influssi michelangioleschi per proseguire successivamente con realizzazioni  architettoniche in molte città lombarde alle come Cernobbio, Pavia, Novara, Milano alle  quali lasciò un'eredità fondamentale per l'evoluzione dell'architettura in questa regione. Pellegrino Tibaldi ha iniziato la sua formazione  come pittore a Bologna e la sua pittura si avvicinò alla scuola  michelangiolesca grazie anche alla sua collaborazione con Daniele da Volterra  nella realizzazione della cappella Della Rovere a Trinità dei Monti. Dopo un periodo di attività nella città di Ancona con il restauro e decorazione della Loggia dei Mercanti e la  decorazione del salone di palazzo Ferretti  dedico tutto il suo impegno  nel campo dell'architettura. Nel 1563 Tibaldi si trova a Ferrara, dove conosce Vasari. Successivamente si spostò a  Milano e realizzò alcuni progetti importanti come palazzo Erba Odescalchi, palazzo Spinola e palazzo di Prospero Visconti . Pellegrino Tibaldi gode della stima e dell’appoggio di Carlo Borromeo e inizia a lavorare prevalentemente come architetto e pittore  per il cardinale. Divenne architetto del Duomo di Milano per il quale eseguì molti lavori  tra cui il battistero.  A Pavia,  progettò il monumentale edificio del convitto universitario  dell'Almo Collegio Borromeo e  il Collegio Ghislieri . La parte che più interessa alla zona lariana fu il suo  progettò, su commissione del cardinale Tolomeo Gallio,  per la costruzione della dimora più famosa di Cernobbio: Villa d'Este, ora uno degli hotel più belli e famosi  del Mondo.





Tibaldi lavorò anche a Novara nel rifacimento della chiesa di San Gaudenzio. Nel 1586 fu chiamato in Spagna  alla corte di Filippo II e si dedicò nuovamente alla pittura realizzando i magnifici affreschi del chiostro e della biblioteca dell'Escorial portando a termine un lavoro superbo che lo porterà a ricevere la nomina da parte del sovrano di Marchese di Valsolda. Pellegrino Tibaldi è senza ombra di dubbio uno degli artisti più importanti della seconda metà del XVI secolo,   considerato come  il prosecutore dell’arte del Parmigianino , di Niccolò dell'Abbate ed erede di Michelangelo . Un grande pittore e un grande architetto, un artista completo che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte italiana.

Cernobbio: cittadina pittoresca

 

Cernobbio, adagiata ai  piedi del Monte Bisbino (1325 metri ),  è una  delle città più belle in Lario ed attira molti  turisti durante l’anno soprattutto in alta stagione.  Si trova a pochi chilometri dalla città di Como, raggiungibile grazie alla  Via Regina che costeggia  la sponda occidentale del lago. La cittadina è composta da varie frazioni: Mornello, San Giuseppe, Casnedo, Piazza Santo Stefano, Olzino, Nolcino, Toldino, Stimianico, Sant.Andrea, Garotto, Stomaino, Rovenna, Madrona, Duello, Pievenello, Piazzola. Durante la seconda guerra mondiale alcune di queste zone ( Casnedo, Stimianico, Olzino e Piazza Santo Stefano) erano residenziali ed ospitavano gerarchi del III Reich e del regime fascista. La zona protetta partiva da dove attualmente si trova la stazione dei Carabinieri (zona Via Libertà) con un posto di blocco molto rigido ed attivo 24 ore su 24. Ancora oggi queste frazioni sono principalmente residenziali ed ospitano delle bellissime strutture.




la strettoia: il cuore commerciale di Cernobbio

Facendo un salto nella storia  ricordiamo che il comune di Cernobbio è nato dal raggruppamento di alcune  case intorno ad un convento (Coenobium) di suore del XII sec e si ipotizza che il nome Cernobbio derivi proprio dalla questa parola. Durante il  1751 Cernobbio era legata ancora alla città di Como, contava quattrocento abitanti e aveva una propria forma di rappresentanza autonoma. La comunità veniva regolata da un consiglio su convocazione del console. Il Comune era sottoposto alla giurisdizione del Podestà di Como. Solo con la Riforma al governo della città di Como, Cernobbio venne inserita nel Territorio civile della città di Como e dello Stato di Milano. Nel 1797 Cernobbio entrò a far parte del Dipartimento del Lario, per passare con legge del 1799 nel Dipartimento dell’Olona, e poi tornare nel Dipartimento del Lario nel 1801. Durante la costituzione nel 1861 del Regno d’Italia, Cernobbio era amministrata da un sindaco e la popolazione era di circa 830 abitanti.

 



 
Lago di Como

Poco tempo dopo al “centro cittadino” del Comune di Cernobbio vennero aggregati i comuni di Piazza Santo Stefano e Rovenna formando un’unica comunità. Attorno al 1930 la popolazione raggiunse i 5000 abitanti. Dopo gli anni 40 la crescita cernobbiese aumentò bruscamente e si venne a creare una conurbazione molto ampia tanto che, negli anni d'oro del boom economico  divenne una meta turistica molto ambita, favorendo lo sviluppo e la fama di questa “perla”del Lago di Como.

L'imbarcadero liberty a Cernobbio


Cernobbio è collegata in modo molto efficace a tutte le altre località del Lario grazie ad un ottimo servizio di battelli ed è anche il modo migliore per vedere le ville che si specchiano nelle sue acque.  Cernobbio è una città straordinariamente pittoresca: il lago,  stradine strette, antiche piazze, splendidi negozi, caffè, trattorie, ristoranti,  chiese, studi professionali,  ville meravigliose ed  offre un’ampia scelta di alloggi  confortevoli ed adatti a tutte le tasche. Tra questi il più famoso ed imponente è sicuramente Villa d'Este  costruita sul sito di un antico convento.


Villa d'Este


La proprietà fu acquistata dalla principessa Carolina di Brunswick una discendente della famiglia d'Este che governò Modena e Ferrara nel tardo medioevo. Principessa Caroline era anche la Principessa del Galles , futura  regina  e consorte di  re Giorgio IV. L'ampio e curato parco che circonda le strutture principali della villa è dotato di grotte, fontane  e sculture.
Ci sono due altre ville importanti a Cernobbio: Villa Erba e Villa Pizzo. La prima, costruita nel 1899, sulle fondamenta di un’altra villa  (Villa Nuova) che, a sua volta, era stata costruita su un terreno un tempo occupato da un monastero.  Oggi Villa Erba è utilizzata come un centro conferenze ed ospita molti eventi di rilevanza nazionale ed internazionale. Villa Pizzo, risalente alla metà del 16 ed ha un vasto parco alberato. Al suo interno vanta una serie di affreschi del 17 ° secolo. Una bellezza senza paragoni al quale si aggiunge la cordialità e il calore dei suoi abitanti. Cernobbio è famosa in tutto il mondo,  gode di un prestigio internazionale ed è una località davvero unica ed inimitabile.

..una gita sul lago di Como..

Visitando le pagine del blog troverete i posto correlati su ville, chiese, negozi ecc ecc. tanti post dedicati a chi come noi ama il territorio lariano.

 
Piazza Castello
 
Vicoli del centro storico di Cernobbio

 
Splendidi dettagli
 
 


 
 

martedì 12 marzo 2013

Comocrea 2013: tre appuntamenti a Cernobbio nella splendida cornice di Villa Erba


Comocrea 2013 si presenta al pubblico con delle grandi novità!! Oltre al consueto appuntamento con due edizioni in programma il 25-26 marzo e il 28-29 ottobre quest’anno ci sarà un’edizione supplementare  che si terrà il 17-18 giugno 2013. La location è la splendida Ala lario di Villa Erba a Cernobbio.
 
 

Comocrea Textile design show è una rassegna internazionale dedicata al  tessile (disegno tessile, tessuti per abbigliamento ed arredamento, filati e merceria) una manifestazione consolidata  e riconosciuta dagli addetti ai lavori come uno degli appuntamenti più importanti nel calendario delle rassegne tessili internazionali.
 
 

 
 

lunedì 11 marzo 2013

Villa Bernasconi: capolavoro dello stile liberty italiano


La villa Bernasconi, già nota come Villa Sommaruga per un'incauta attribuzione all'omonimo architetto, fu costruita nel 1906 su progetto dell'architetto milanese Alfredo Campanini, che nello stesso periodo stava costruendo a Milano il  palazzo Campanini situato in via Bellini, su ordine  dell'industriale serico Davide Bernasconi, ed è  ancora oggi un bellissimo esempio dello stile liberty italiano. La villa non fu edificata direttamente a lago, ma vicino all’ industria tessile del committente. Si tratta di un edificio di grandi dimensioni, una dimora  con ampi spazi, ricca di decorazioni (ispirate all’industria tessile), dove sono stati sapientemente utilizzati  i materiali più disparati:  dai vetri colorati, alle ceramiche policrome, al ferro battuto. L’edificio è a pianta libera e volumi articolati in altezza culminanti in una splendida  torretta belvedere.  I motivi  modellati sui cornicioni, sugli ingressi e in prossimità dei balconi  furono creati appositamente ispirandosi al baco da seta, essendo proprietà di un imprenditore serico e sono una  testimonianza dedicata della fiorente attività tessile comasca del tempo.  
 
 
 
Tutti questi elementi architettonici rendono la villa un capolavoro artistico,  un gioiello liberty, che merita di essere visitato. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la villa divenne per alcuni anni sede della Guardia di Finanza per essere acquistata negli anni ottanta dal  Comune di Cernobbio allo scopo di creare uno  spazio espositivo per mostre d’arte ed eventi culturali.

domenica 10 marzo 2013

Concorso d'eleganza Grand Hotel Villa d'Este.Un appuntamento imperdibile dal 24 al 26 maggio 2013 a Cernobbio

Villa Erba - Cernobbio -   (foto di Andrea Gatti)

Dal 24 al 26 maggio 2013 il bellissimo parco  del Grand Hotel Villa d’Este e  quello di Villa Erba ospiteranno  ancora una volta le più belle automobili e motociclette del passato e le concept car più stravaganti del momento, portando i visitatori a scoprire la maglia e la bellezza di questo mondo straordinario. Cernobbio e l’incantevole cornice  del lago di Como faranno da sfondo a questo evento di altissimo livello. Il concorso fu disputato per la prima volta nel 1929 nello stesso luogo e  oggi il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è tra le più rinomate manifestazioni dedicate all’auto d’epoca al mondo. Si caratterizza per un ampio programma che si protrae per tutto il week end. Oltre al concorso automobilistico che si terrà il sabato nel giardino del Grand Hotel Villa d’Este, le porte dell'attiguo parco di Villa Erba si apriranno per tutti gli appassionati di automobili e motociclette già il venerdì sera, con il cinema all’aperto, e anche il sabato e la domenica, con i “Public Days”.
Anche nel 2013, il “Concorso di Motociclette” si svolgerà a Villa Erba, non lontano dal Grand Hotel Villa d’Este, a Cernobbio. Per i partecipanti, il sabato inizia con un corteo diretto all'area espositiva di Villa Erba. La scorta della polizia locale e le motociclette guidate in abiti d’epoca offriranno un’esperienza impressionante ai partecipanti e ai numerosi spettatori. Il Concorso di Motociclette vero e proprio si disputerà la domenica mattina e vedrà la gioiosa partecipazione del pubblico sul palco centrale montato nel parco di Villa Erba. Suddivisi in cinque classi diverse (epoche, design), i tre vincitori di ciascuna classe scelti tra le circa 30 motociclette concorrenti saranno presentati al pubblico e premiati. Una giuria internazionale eleggerà il vincitore assoluto (Best of Show) tra i vincitori delle singole classi.
Quest’anno, per festeggiare i novant’anni del marchio BMW, Villa Erba ospiterà un’esposizione delle motociclette che hanno fatto la storia di BMW Motorrad.
Altra notizia importante:  la rinomata casa d’aste RM Auctions sarà ancora una volta ospite dell’evento  e il sabato sera, nel parco di Villa Erba, metterà all’asta circa 45 automobili di altissima classe. Al concorso d’eleganza si respira un’aria di regalità e si è catapultati in un’altra epoca. Le automobile e le motociclette sono autentici pezzi d’arte, dal grande valore storico. Bellezza e lusso estremo che tutti potranno ammirare e vedere da vicino. Vale davvero la pena visitare Cernobbio durante quest’occasione. Il  Concorso d’Eleganza Villa d’Este  è uno degli appuntamenti internazionali più attesi.




 


 
Concorso d'Eleganza Grand Hotel Villa D'Este (foto di Andrea Gatti)
 
links:
 
Alcune delle vetrine dei commercianti di Cernobbio allestite per l'occasione:
 
 
Galleria Estense Arte - Foto Vasconi





 
Via Regina 22/b

 
MDL

 
Circe

 
L'Espressino

 
Calzature Rigamonti


  Wilma Bini
 
 
 
Mauro B.


 
Frey

 
Pasticceria Poletti

 
Giloro Gioielli



 
Vergottini Abbigliamento