Translate

martedì 28 luglio 2015

The Life Electric - l'opera di Libeskind donata alla città di Como




Tutti ne parlano.. a Como è stato posizionata l'opera “The Life Electric” , un monumento in onore di Alessandro Volta posizionato nel tratto terminale tondo della diga foranea di fronte a Piazza Cavour donato alla città da Daniel Libeskind. L’opera è moderna, pulita, lineare alta circa 16.50 mt, ed ha la forma di due sinusoidi che si contrappongono e giocano reciprocamente tra curve e movimento.

L’opera fonde gli elementi energetici e scientifici a quelli naturali. Crea un ideale terzo polo collocato tra il Faro di Brunate e il Tempio dei giardini pubblici. Il monumento è vivo poiché si creeranno dei giochi di luce e trasparenza grazie alla sua composizione ed anche i giochi di luce a led sono stati studiati per l'opera ed offriranno straordinari effetti ottici.

The Life Electric, che il celebre architetto Daniel Libeskind ha donato alla città e al Comune di Como, sarà realizzata dall'associazione Amici di Como. L’amministrazione ha quindi avviato le procedure necessarie per consentire l’esecuzione dei lavori attraverso una sponsorizzazione.

L'opera in questione ha suscitato numerosi commenti favorevoli e contrari.. The Life Electric sta facendo parlare tutta la città di Como..


The Life Electric si ipira alla tensione elettrica tra due poli di una batteria, il grande dono di Volta all'umanità. La forma dell'installazione trova cardine nella mia costante ricerca sulla rappresentazione architettonica del'energia. L'opera congiunge gli elementi: luce, vento e acqua. Un'installazione, una gateway fisica e ideale aperta sul ventunesimo secolo

Daniel Libeskind

mercoledì 22 luglio 2015

"Com’è viva la città - Art & the City 1913-2014 - 18 luglio - 29 novembre 2015 - Villa Olmo - Como



La splendida cornice di Villa Olmo (via Simone Cantoni 1) a Como ospita dal 18 luglio al 29 novembre  2015 "Com’è viva la città -  Art & the City 1913-2014, mostra che raccoglie oltre cinquanta opere che, attraverso diversi media, supporti e linguaggi espressivi, indagano i modi del vivere quotidiano attraverso lo sguardo di artisti italiani ed internazionali. Una panoramica lunga un secolo: quello della nascita e dell’affermarsi della città moderna.


Il progetto è del Dr. Giacinto Di Pietrantonio, critico d’arte stimato a livello internazionale, Direttore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, è il curatore della tappa conclusiva del disegno triennale pensato dall’Amministrazione Comunale per il consolidato appuntamento con l’arte della Città di Como.

Se le mostre precedenti “La città nuova oltre Sant’Elia” (2013) e “Ritratti di Città” (2014), concepite come un excursus sul tema della città, hanno concentrato l’interesse su di un luogo fisico, architettonico e tangibile, la nuova mostra analizzerà il substrato della città.

Con i suoi fermenti, i suoi intrecci di relazioni umane, le sue contraddizioni e le diverse declinazioni di vissuto che la caratterizzano, la città è un luogo fondamentale del vivere sociale.

La mostra raccoglie cinquantotto opere che, attraverso diversi media, supporti e linguaggi espressivi, indagano i modi del vivere quotidiano attraverso lo sguardo di artisti italiani ed internazionali. Una panoramica lunga un secolo: quello della nascita e dell’affermarsi della città moderna.

Corredata da un fitto calendario di attività ed eventi collaterali, la mostra “Com’è viva la città” che sarà aperta al pubblico dal 18 luglio al 29 novembre 2015, richiama nel titolo le parole di Giorgio Gaber e si configura quindi come un’imperdibile rassegna sulla tematica della città, affrontata dai più importanti artisti che hanno operato nell’ultimo secolo ed è al contempo un’occasione imperdibile per godere delle numerose opere provenienti da collezioni private, raramente esposte al pubblico prima d’ora.


Gli artisti presenti in mostra:

Maja Bajevic Giuseppe Bartolini Vanessa Beecroft Pompeo Borra Anselmo Bucci Bruno Campagna Massimo Campigli Arduino Cantafora Mircea Cantor Felice Casorati Maurizio Cattelan Sandro Chia Christo Marco Cingolani
Francesco Clemente Giorgio De Chirico Ilaria Del Monte Eva Frapiccini Dmitri Gutov Peter Halley Candida Hofer
Alfredo Jaar Emily Jacir Marcello Jori Anselm Kiefer Thorsten Kirchhoff Ugo La Pietra Roy Lichtenstein Armin Linke Baldassarre Longoni Titina Maselli Mario Merz Daido Moriyama Helmut Newton Vinicio Paladini Michelangelo Pistoletto Paola Pivi Mario Radice Andrea Salvino Salvo Atanasio Soldati Grazia Toderi Giulio Turcato Renzo Vespignani Massimo Vitali Giuseppe Viviani Andy Warhol Eric White Alberto Ziveri
Orari Estivi

dal 18 luglio al 30 agosto 2015
martedì mercoledì venerdì dalle 15.00 alle 20.00
giovedì dalle 15.00 alle 23.00
sabato e domenica dalle 10.00 alle 22.00
Lunedì chiuso.

Anagramma, il nuovo Info Point del Comune di Cernobbio



E’ stato inaugurato ieri a Cernobbio Anagramma, il nuovo Info Point del Comune di Cernobbio. Un’idea davvero innovativa per il Lario che offre ai visitatori e ai cittadini un luogo di aggregazione culturale e non solo di informazione turistica. Grazie infatti al suo splendido giardino all’interno del compendio di Villa Bernasconi e al suo modernissimo bistrot, Anagramma ambisce a diventare un punto di riferimento per varie attività. Incomincia una nuova avventura per lìassociazione Cometa, una realtà comasca di famiglie impegnate nell’accoglienza, nell’educazione e formazione di bambini e ragazzi e nel sostegno delle loro famiglie. Il garden-bistrot-infopoint “Anagramma” rappresenta un punto di incontro tra eccellenza ed accoglienza a Cernobbio, in una cornice di verde e bellezza rappresentata dal parco di Villa Bernasconi.
Durante l’inaugurazione è stata presentata anche la borsa “Città di Cernobbio”, realizzata in collaborazione con Bric’s: “Numerose località italiane promuovono le proprie bellezze artistiche utilizzando gli articoli più disparati, spaziando dall’abbigliamento alla pelletteria – ha sottolineato il vicesindaco Monica Ferrario, promotrice dell’iniziativa -. Abbiamo quindi pensato di creare una borsa che riproducesse uno degli angoli più suggestivi e fotografati di Cernobbio, ovvero la sua riva, affidando ad una romantica stampa del XIX secolo il difficile onere di rappresentarla”.






I Settimana europea dello sport: fino al 14 agosto si può partecipare al concorso video-fotografico #BeActive



In occasione della I° Settimana Europea dello Sport, che si svolgerà dal 7 al 13 Settembre 2015 in tutta Europa, la Commissione Europea ha lanciato il concorso video-fotografico #BeActive Challenge, ovvero mostra al mondo come hai accettato la sfida Be active.
Per poter partecipare i candidati devono:

_ firmare e accettare la sfida "Challenge" sul sito http://ec.europa.eu/sport/week/take-part/register-photo-competition_en.htm;

_ scegliere una delle settimane che ci separano dal 14 Agosto durante la quale si svolgerà la "sfida" e organizzare le attività sportive o fisiche minimo per tre giorni di quella settimana;
_ scattare una foto o girare un video di sé stessi mentre si svolgono le attività;

_ postare un minimo di 3 foto o un video, aggiungendo l'hashtag #BeActive #MyWeek, su Facebook, Instagram o Twitter e invitare gli amici a partecipare.

Ogni partecipante avrà l'opportunità di vincere bellissimi premi legati allo sport e il fitness. Si ricorda che la scadenza del concorso è venerdì 14 agosto.
Per maggiori informazioni visita il sito http://ec.europa.eu/sport/week/take-part/register-photo-competition_en.htm

Performance “Fino a Quando” di Silvana Sarti. Piazza Risorgimento, 26 luglio 2015, ore 19.



Coprirsi di pizzo fino a cancellare la propria identità. Metafora dei nostri tempi. La vera bellezza può essere più vicino che si possa immaginare.

Quando sbagliati canoni di bellezza costringono donne e uomini a cambiare il suo corpo e rischiare la vita alla ricerca della “perfezione” estetica, una artista vieni in piazza fare il suo manifesto, atto di orgoglio e di accettazione delle proprie caratteristiche fisiche, che sono la identità vera di ognuno. Coprirsi di pizzo fino ad annullare l’immagine che ci appartiene, che comunica con la società, è il suo intento. Con l’aiuto dei passanti, chiudesi in un bello, pero annichilante guscio, per poi con l’aiuto ancora dell’assistenza, rinascere con una nuova percezione di bellezza e libertà.
Mentre costruisce il suo bozzolo, cucendo il nastro di cotone intorno il suo corpo, ricupera la leggenda delle Parche (Moiras), il fare manuale del artigiano, le chiacchiere delle donne cucitrici, i racconti delle nonne con i suoi nipoti e tutt’altro che viene spontaneo nel fare della performance.
Presentata per prima volta alla manifestazione “Seconda Mostra di Arte delle Donne di Sorocaba” per il Giorno della Donna, marzo 2015, a Sorocaba, Sao Paolo, Brasile. Ha provato in tempo reale, il costruire di un’architettura del corpo che fa pensare alle nostre paure, alla nostra ricerca del bello, alla identità, il comunicare con una società ogni volta più esigente e piena di giudizi e pregiudizi.
Appoggio culturale Comune di Cernobbio.
Silvana Sarti, nata a Sorocaba/ San Paolo del Brasile. Laureata in Disegno e Lettere, inizia nell’arte con disegni di costumi e scenografia lavorando con C. R. Mantovani, piu avanti come attrice. Partecipa al gruppo Kairós di fotografia organizzato dal fotografo Carlos Moreira. Nel 2003 cambia residenza per l’Italia. A Torino collabora con“Il Giornale dell’Architettura”(Allemandi), scrivendo su architettura e design in Brasile. A Thiene, Vicenza, diplomasi in Pittura Murale, restauro e conservazione, nel Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio. Vinci il premio Opera a Tema “ Apertamente” nell’evento Trastevere in Arte, a Vicenza. Nel 2010 passa a vivere in Svizzera dove comincia a creare pittura murale decorativa e ritorna a dipingere ad oleo. Rientra in Brasile nel 2013, comincia a fare parte del gruppo Tutu Maramba Arti del Corpo di Cleide Campelo. Crea e attua nelle Performance indipendenti: “Gli Innocenti”, “Siamo qua per Proteggervi”,“Fino a Quando ?”, “Aspettando Dtt.Jung” e “Discorso Politico” (Triennale di Arti/SESC). Rimane finalista del “Premio di Arte Flavio Gagliardi”, Sorocaba/ Brasile, 2014. Organizza workshop su poesia e arte nella “Oficina Grande Otelo”.
Dal 23 giugno al 10 agosto, presenta la sua mostra individuale di dipinti ad olio “Finestra sul Mondo” nel progetto Arte in Ospedale della Unesco, all’Ospedale Civico di Lugano, Svizzera.
Non mancate!!!

Performance “Fino a Quando” di Silvana Sarti. Piazza Risorgimento, Cernobbio, 26 luglio 2015, ore 19

L'evoluzione Bio - Logica dell'arte Mostra collettiva d'arte contemporanea a cura di Roberta Macchia Presso il Como Business Center, Expo Milano 2015 1 maggio - 31 ottobre 2015


L'evoluzione Bio - Logica dell'arte

Mostra collettiva d'arte contemporanea 
a cura di Roberta Macchia

Presso il Como Business Center, Expo Milano 2015

1 maggio - 31 ottobre 2015




Ci sono voluti dieci miliardi di anni per creare, in un angolo di Universo, le condizioni per cui i primi organismi viventi potessero trovare ospitalità, ed altri miliardi di anni affinché queste prime forme evolvessero in qualcosa di sempre più grande, fino alla creazione dell'uomo in qualche modo considerato ultimo fotogramma di questa grande storia. I primi esseri umani sono stati primi protagonisti di un comportamento considerato senza precedenti, supportato da processi cognitivi simbolici che portarono allo sviluppo della grande tradizione dell'arte rupestre in tutta Europa.




Da allora ci furono incessanti segnali di cambiamento dati dalla continua ricerca del nuovo. L'evoluzione della vita rappresenta il quadro di riferimento più adeguato per comprendere i fenomeni biologici in un'ottica comparativa, e necessario per un corretto approccio alla visione del mondo in cui opera la specie umana.




I recenti sviluppi dell'evoluzionismo impongono costanti aggiornamenti e revisioni di principi e metodi riguardanti la formazione, la pianificazione e la gestione delle risorse ambientali. Da questa osservazione nasce l'esigenza di assicurare nutrimento e sviluppo sostenibile mantenendo in equilibrio quanto noi stessi Disponiamo e Consumiamo.



Padiglione Italia propone un programma mensile incentrato sulla combinazione di un tema materiale con uno immateriale, sollecitando tutti gli attori presenti a sviluppare iniziative in linea con il tema proposto.


SistemaComo2015 e Unioncamere Lombardia hanno accolto l'invito decidendo di sviluppare, presso il Como Business Center, una serie di iniziative incentrate sui temi, declinando le attività in momenti di riflessione utili al più sano "nutrimento" del territorio comasco attraverso le opere di alcuni tra i più eccellenti artisti italiani del momento.






Dopo un periodo di attenta selezione la curatrice Roberta Macchia darà loro modo di vedere esposte le proprie opere in un allestimento che seguirà il principio del "work in progress". Esse comporranno il quadro parietale, mese dopo mese, fino a raggiungere la completa espressione alla fine del semestre come racconto simbolico del periodo trascorso.



Con questo progetto si intende unire il Biologico al Sociale ricordando che, non solo la natura ma anche gli uomini sono e sempre saranno responsabili di ogni età evolutiva del Pianeta.





Lo spazio sarà visitabile dal Pubblico il 24 Luglio a partire dalle ore 19.00 ed a fine percorso (fine Ottobre) per poter dare a tutti la possibilità di raggiungere Como al Centro del Mondo.


Con questo progetto si intende unire il Biologico al Sociale ricordando che, non solo la natura ma anche gli uomini sono e sempre saranno responsabili di ogni età evolutiva del Pianeta.

Gli artisti presenti in mostra: 

GIULIO MANTOVANI 
MATTEO GALVANO 
LUDMILLA REDCHENKO 
ANDREJ MUSSA 
ANDREA CHIESI
ANDREA PINCHI
MASSIMO VILLA 
ANDREA GNOCCHI
DAVIDE FORLEO
ANTONIO MARCIANO
ROBERTA SERENARI
FILIPPO BORELLA 
TAMARA FERIOLI
STEFANO FIORESI 
PIERLUIGI RATTI 
STEFANO BUTERA 
ARMANDO FETTOLINI 
FLORENCIA MARTINEZ
GIULIO ZANET 
ANNALISA FULVI
ERIKA TROJER 
SIMONE FONTANA 
GABRIELA BUTTI


venerdì 17 luglio 2015

LO SBARACCO NEL BORGO - 25-26 LUGLIO 2015 - CERNOBBIO - CENTRO STORICO



Lo “sbaracco” è una delle più antiche forme di saldo conosciute in ambito commerciale e i prezzi della merce in mostra sulle variopinte bancarelle saranno assai vicini al prezzo di realizzo e di sicuro interesse per i compratori… Un appuntamento da non perdere !!! A Cernobbio torna “Lo Sbaracco”: Due giornate dedicate allo shopping a prezzi scontati, al buon cibo e alla buona musica..

Sabato 25 luglio 2015 dalle 10:00 a mezzanotte, nel centro storico della cittadina verranno allestite delle bancarelle dai commercianti di Cernobbio con i loro prodotti a prezzi super scontati: merce di ogni tipo, a prezzi davvero vantaggiosi. Abbigliamento, oggettistica, accessori moda, scarpe, profumi, vini, borse e gioielli di ogni tipo faranno da cornice ad una manifestazione che punta al divertimento e che vuole far riemergere negli acquirenti il desiderio di andare alla ricerca dell’oggetto tanto desiderato… ma non è tutto , sabato sera presso l’osteria il Beuc ci sarà la cena irlandese con piatti tipici ed ottima birra e il concerto degli Inis Fail in collaborazione con Music for Green. Domenica 26 luglio i commercianti vi aspettano per passare un’altra giornata in allegria e presso l’Osteria il Beuc ci sarà la Tavolata dell’amicizia… una fantastica occasione per pranzare nel centro storico di Cernobbio insieme agli amici.

Non mancate!!!



Lo sbaracco nel Borgo a Cernobbio

Cernobbio centro

25-26 luglio 2015
dalle 10 alle 24:00

mercoledì 15 luglio 2015

VILLA ERBA... UNA GIORNATA PARTICOLARE - 19 LUGLIO 2015 - CERNOBBIO



Il primo appuntamento dell'edizione 2015 del Festival Città di Cernobbio è un evento pensato per far vivere un tempo singolare con la propria famiglia, con il proprio amore, con gli amici, a contatto con la natura.
All'interno del parco di Villa Erba (INGRESSO GRATUITO) si potrà ascoltare un quartetto d'archi protetto da un albero centenario e maestoso o abbandonarsi alle melodie che l'abile pianista estrae dallo strumento sotto il portico della villa e poi ancora il suono dolce del flauto traverso.
Il tutto con la possibilità di consumare un pic-nic nel prato.
E poi i giochi dei bimbi sull'erba con il naso all'insù per vedere la mongolfiera e gli aeroplanini di carta che hanno costruito.
Infine i musicisti che magicamente si ricompongono nella grande orchestra che con le sue classiche melodie riempirà l'aria nel tardo pomeriggio.

L'evento è gratuito.
Disponibile all'interno del parco servizio bar e possibilità di acquisto "cestino pic-nic" (€ 15,00).

Programma:
h. 11 Apertura del parco e inizio musica con i professori dell'Orchestra G. Rossini
h. 12:30 Inizio pic nic
h. 14 Inizio attività per i bambini
h. 14:30 Costruiamo la mongolfiera e gli aquiloni
h. 16 Visita turistica guidata gratuita al parco in occasione della mostraGiardini di seta
h. 16:30 Costruiamo gli aeroplani di carta
h. 18 Inizio concerto sinfonico Orchestra G. Rossini
h. 19 Fine evento

sabato 11 luglio 2015

Giardini di seta. Tessuti, abiti e botanica del territorio lariano - 11 luglio – 11 ottobre 2015 Villa Sucota, Como – Villa Bernasconi, Cernobbio



Giardini di seta. Tessuti, abiti e botanica del territorio lariano11 luglio – 11 ottobre 2015Villa Sucota, Como – Villa Bernasconi, Cernobbio


Tessuti e botanica, seta e giardini, abiti e fiori: il filo conduttore della mostra Giardini di seta. Tessuti, abiti e botanica del territorio lariano, organizzata dalla Fondazione Antonio Ratti(FAR) e dal Comune di Cernobbio, esalterà la bellezza della natura e della creazione tessile.

La mostra, a cura di Margherita Rosina e Francina Chiara, allestita a Villa Sucota di Como e a Villa Bernasconi di Cernobbiodall’11 luglio all’11 ottobre, intende esplorare il tema del rapporto tessuto-botanica dal Settecento ai giorni nostri attraverso i diversi aspetti della decorazione floreale.
Le bellezze naturali del territorio lariano, i parchi e i giardini affacciati sul lago sono da sempre un soggetto molto amato da creativi e artisti, che nei secoli vi hanno attinto suggestioni continue e l’industria serica che si è sviluppata a Como dalla fine dell’Ottocento non si è sottratta a questa fascinazione.



La mostra
I tessuti floreali provenienti dalle collezioni della Fondazione Antonio Ratti, da importanti collezioni private e dagli archivi storici delle industrie seriche lariane verranno esposti lungo un percorso suddiviso in “stanze” tematiche; nella prima parte di mostra vi saranno sete barocche lionesi in cui si intrecciano fiori e elementi architettonici, aerei taffetas decorati con tralci di rose o di bacche, cotoni per arredamento con realistici trionfi floreali della seconda metà dell’Ottocento.
La seconda parte della mostra è invece dedicata ai tessuti del Novecento, secolo che segna lo sviluppo delle seterie comasche, fornitrici dell’Alta Moda e del prêt à porter italiano e francese. Nelle sezioni saranno in mostra stoffe con temi legati ai prodotti dell’orto o decorate con erbe officinali, mentre un intero salone presenterà abiti e tessuti ispirati alle rose, uno dei più amati dalla decorazione tessile di ogni epoca. Ai tessuti saranno accostati abiti collegati al tema, che per la parte novecentesca sono stati scelti per rappresentare l’Alta Moda italiana, da Biki a Capucci, Ferré, Valentino, l’Haute Couture parigina con Dior e Yves Saint Laurent, e il prêt à porter internazionale con Ken Scott e Leonard.



Per la prima volta sarà presentata al pubblico una selezione di tavole dall’erbario Fabani, prestato dalla Fondazione Centro Studi Nicolò Rusca di Como: una straordinaria collezione di circa 3000 tavole di erbe e piante raccolte a cavallo tra Otto e Novecento da Giuseppe Fabani, medico condotto di Cernobbio.
In mostra anche alcune opere di arte contemporanea di artisti che hanno frequentato lo CSAV - Artists Research Laboratory della Fondazione Antonio Ratti: un ulteriore modo di raccontare come il tema botanico possa essere fonte di ispirazione per la creazione artistica.

Affiancherà la mostra un nutrito programma di eventi collaterali legati al verde, all’ arte e ai tessuti, con il coinvolgimento di istituzioni del territorio.



Orari 
da martedì a venerdì: 14-18
sabato - domenica: 10-19 
lunedì chiuso

Biglietto unico per due sedi
intero 7 euro
ridotto 5 euro



Come spostarsi tra le due sedi
Linea 6 Maslianico - Breccia: fermate Villa Sucota (Como) e Mazzini (Cernobbio)

venerdì 10 luglio 2015

"I Vasconi" - mostra fotografica - 28-29-30 luglio 2015 - Villa Erba - Cernobbio



“ i Vasconi “

Tre generazioni nella professione di fotografo

100 anni di esperienza nella fotografia

Mostra fotografica a Villa Erba di Cernobbio 
Lago di Como

28 - 29 – 30 luglio 2015

dalle ore 10 alle ore 20 orario continuato



Nella splendida cornice di Villa Erba a Cernobbio sul Lago di Como, avrà luogo la mostra fotografica con oltre 400 immagini nei saloni della antica villa, dimora di storia e cultura, nei

seguenti temi:

- Archivio storico fotografico “ i Vasconi” Piero – Antonio – Piero con fotografie dai primi del '900 ad oggi che raccontano la storia di personaggi famosi, di costume , di moda , di eventi e paesaggi di Cernobbio – Villa d'Este e del Lago di Como.

- Fotografie premiate nelle ultime edizioni del Concorso Fotografico Nazionale, selezionate

nei diversi temi. Concorso organizzato dal Foto Cine Club Cernobbio che è in attività fotografica da 40 anni nella sede comunale della biblioteca nel palazzo storico delle ex Tessiture Seriche Bernasconi.

- Mostra collettiva dei soci del Foto Cine Club Cernobbio con immagini selezionate dei

seguenti autori : Nicola Cipolla, Carlo Crimella, Sergio Brivio, Francesco Cupola, Fabrizio Temporiti, Fulvio Carcano, Paolo Ortelli, Maurizio Bini, Massimo Giordano.

- Selezione delle fotografie partecipanti al Concorso Fotografico Nazionale nel Premio Speciale “Famiglia Comasca” di autori giapponesi di Tokamachi Città gemellata con Como.



- Immagini di Piero Vasconi di Kathmandu e Nepal nei reportage degli anni '90, a sostegno della popolazione colpita dal terremoto il 25 aprile 2015, a mezzo della Croce Rossa
Italiana.

Durante le tre giornate della mostra ingresso libero e gratuito nella Villa Erba antica e nel parco.

La mostra sarà aperta martedì 28, mercoledì 29 e giovedì 30 luglio 2015 ad orario continuato dalle ore 10,00 alle ore 20,00.



Non mancate!!!!

Per informazioni : fotovasconi@virgilio.it

venerdì 3 luglio 2015

Feste in Riva - organizzate da ASD Canottieri Cernobbio - luglio 2015

Ricordiamo a tutti nostri lettori che a partire da sabato 4 luglio ed a seguire per tutti i week end del mese,  si svolgerà la mitica Festa  in Riva con le tradizionali serate gastronomico - musicali, organizzata da A. S. D. Canottieri Cernobbio.  Apertura cucina dalle ore 19:00.




Non mancate !!!